Chi siamo Chi Siamo Chi Siamo Bandiere di Pace Chi Siamo Come trovarci Link I Martedì Le Conferenze Il Viaggio La Tenda Home

Le Conferenze

Tra le attività più visibili del Centro Studi Donati vi sono sicuramente le conferenze.

Le conferenze vertono sui temi della globalizzazione, del diritto alla salute, dell'etica della ricerca scientifica, dei fenomeni mafiosi e criminali, delle organizzazioni internazionali, del ruolo della società civile nelle politiche di sviluppo, del volontariato, dell'informazione.

Non esiste un calendario preciso, sono comunque sempre visibili in zona universitaria i famosi "manifesti" che con largo anticipo annunciano la conferenza successiva.

Viene dato anche avviso a chi si registra nella mailing list.


CALENDARIO
Auditorium Gamaliele - Via Mascarella 46

PROFUGHI E RIFUGIATI
l'accoglienza in Italia
incontro con
Gian Carlo Perego già direttore della Fondazione Migrantes, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio
Sulayman Camara richiedente protezione internazionale, mediatore culturale


a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

SONO ROM E NE SONO FIERA
discriminazioni e antiziganismo in Italia
incontro con
Eva Rizzin Università degli Studi di Verona
Anina Ciuciu studentessa e autrice di
Sono rom e ne sono fiera - dalle baracche romane alla Sorbona

introduce
Ivana Bolognesi Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

IL TRENO DELLA GIUSTIZIA
delitti sociali e ambientali in America Latina
incontro con
Dario Bossi missionario comboniano in Brasile
rete Justica nos Trilhos - www.justicanostrilhos.org

introducono
Roberto Vecchi Dip. di Lingue, Letterature e Culture Moderne, UNIBO
Alessandro Tolomelli Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

NESSUNO E' STRANIERO
le attese delle seconde generazioni tra pregiudizi e opportunità
incontro con
Chaimaa Fatihi autrice di NON CI AVRETE MAI - lettera aperta di una musulmana italiana ai terroristi
introduce
Bruno Riccio Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

MONETINE
immigrati tra bisogno e racket delle elemosine
incontro con
Euglent PLAKU autore di OLTRE CONFINE
introduce
Alessandro Tolomelli Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

donne vittime della tratta
SCHIAVE
storie di violenza, liberazione e speranza
incontro con
Rita Giarretta Comunità Casa Rut, Caserta
introduce
Maria Teresa Tagliaventi Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46 - Bologna

INDIGNATI
la politica, la giustizia, la chiesa corrotta, la guerra, il potere, la povertà, la diversità

i discorsi di Girolamo Savonarola, letti e discussi da
ALESSANDRO SANTORO comunità di base delle Piagge, Firenze
Leda Stefania Baldini suora domenicana
Andrea Bigalli coordinatore di LIBERA Toscana
Fabio Masi comunità di Santo Stefano a Paterno, Firenze
Stefano Corsi musicista

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto

AFRICA
conflitti e speranze
Rwanda, Burundi, Uganda, Sud Sudan...

incontro con
Claudio Marano missionario saveriano, 25 anni in Burundi
Luca Jourdan Dip. di Storia Culture Civiltà, UNIBO
Maria Teresa Tagliaventi Dip. di Scienze dell'Educazione, UNIBO

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Cinema Perla - Via San Donato 38 - Bologna

IO CI SONO
condividere il dolore per risvegliare le coscienze

incontro con
LUCIA ANNIBALI
avvocato, autrice del libro Io ci sono. La mia storia di "non" amore

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46

LA PERIFERIA SI FA COMUNITA'
volti e storie di vita, speranza, lotta e liberazione

Alessandro Santoro prete operaio
Massimo Caponnetto autore del libro "E periferia ci venne incontro"
raccontano la Comunità delle Piagge e l'esperienza di Edizioni Piagge

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Auditorium Gamaliele - Via Mascarella 46 - Bologna

IL RITRATTO DELLA SALUTE
una vittora sul cancro, un viaggio oltre la malattia

incontro-spettacolo con
CHIARA STOPPA attrice e scrittrice

ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

ECONOMIA E SCHIAVITU'
storie di raccoglitori di pomodoro in italia

incontro con
Gèrard Salou Burkina Faso, migrante sfruttato
Arcangelo Maira missionario scalambriniano, figlio di emigrati in Svizzera, direttore dell'Ufficio Migranti Diocesi di Manfredonia

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Cinema Perla - Via San Donato 38 - Bologna

RACCONTARE LE MIGRAZIONI
incontro con
GABRIELE DEL GRANDE Giornalista e scrittore

durante l'incontro proiezione del film
IO STO CON LA SPOSA
di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Cinema Perla - Via San Donato 38 - Bologna

LA DISCRIMINAZIONE DEI ROM E DEI SINTI
incontro con
GIANNI LOY
Fondazione Anna Ruggiu - Università di Cagliari

PETER MARCIAS
Regista

durante l'incontro proiezione del film
Dimmi che destino avrò
di Peter Marcias

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Cinema Perla - via San Donato 38

I VOLTI DELLA SOLIDARIETA'
tra gratuità e giustizia

Nicola Rabbi blogger e giornalista di Bandiera Gialla
intervista

ALEX ZANOTELLI missionario comboniano

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Cinema Perla - via San Donato, 38

AMMAZZATELI TUTTI

6 aprile 1994, ha inizio il genocidio in Rwanda: nel disinteresse della comunità internazionale in 104 giorni quasi un milione di persone sono uccise a colpi di machete, bastoni chiodati e armi da fuoco.

incontro-spettacolo con
MARA MOSCHINI e MARCO CORTESI

introduce
LUCA JOURDAN Docente di Antropologia Politica - UniBo

ingresso libero

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46

LA SCELTA
Storie e pensieri di coraggio civile, eroismo e umanità nel conflitto dei Balcani

incontro-spettacolo a cura di
MARA MOSCHINI e MARCO CORTESI

UN UOMO PUÒ SEMPRE DIRE SÌ O NO
Due narratori, un uomo e una donna, quattro storie vere di coraggio provenienti da uno dei conflitti più atroci e disumani dei nostri tempi: la guerra civile che ha insanguinato l'Ex-Jugoslavia tra il 1991 e il 1995.
E TU COSA AVRESTI FATTO?

ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione, Amnesty International sezione italiana, e RAI Segretariato Sociale
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

DONNE IMMIGRATE
storie di madri che per necessità abbandonano i propri figli
interviene
Lilia Bicec
Giornalista e autrice di Miei cari figli, vi scrivo, presidente dell'ass.ne Moldbrixia

introduce
Maria Teresa Tagliaventi
Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Univ.di Bologna


a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione,
in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell'Educazione, la Facoltà di Scienze della Formazione,
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46

AI MARGINI DELLA CITTA'
viaggio tra le povertà croniche e inedite

interviene
ENRICO FEROCI direttore della Caritas diocesana di Roma

introducono
Chiara Giustini e Alessandro Tolomelli
dipartimento di Scienze dell'Educazione - Università di Bologna

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Dipartimento di Scienze dell'Educazione
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna



Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46

AIRE DE TANGO
volti e storie di esilio e di passione

incontro-spettacolo sull'Argentina degli emigranti e della dittatura

Il Tango, dichiarato dall'Unesco nel 2009 patrimonio culturale immateriale dell'umanità, sarà il protagonista della serata secondo differenti prospettive. Il Tango è stato espressione di un popolo oppresso, quello argentino, colpito dalla tragedia dei desaparecidos (i dissidenti fatti sparire durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983) che diviene il grido delle Madri di Plaza de Mayo, delle vittime di tortura e, più di recente, dei figli dei desaparecidos che scoprono di essere stati adottati illegalmente dai loro carnefici. Il Tango è stato espressione anche di un popolo esiliato, ad esempio quello degli emigrati italiani arrivati in Argentina, in fuga dalla fame, spaesati e senza soldi: è il tango della nostalgia, dei postriboli, del malaffare, della rabbia di chi vive di espedienti, dei reietti. Il Tango è sublime rappresentazione dell'amore, del corteggiamento, del trasporto, della passione, dell'abbandono, della gelosia. Il Tango è infine relazione con l'altro ed espressione di sé attraverso la danza, delle proprie emozioni e dei propri sentimenti.

Carlos Branca, regista di teatro di prosa, lirica, attore autore e maestro di teatro, è nato a Buenos Aires (Argentina), si è trasferito in Italia nel 2006 dove lavora nei principali teatri: Ambra Jovinelli di Roma, Manzoni di Bologna, Verdi di Busseto, Comunale di Ferrara, Accademia Chigiana di Siena, Verdi di Pisa, Regio di Parma, ... Come regista di prosa ha diretto più di cinquanta opere di autori argentini ed internazionali. Fra i suoi ultimi lavori: Assenza, Estaba la madre del premio Oscar Luis Bacalov (opera lirica rappresentata in Italia e in Argentina), Tango y nada mas scritto con Giorgio Zagnoni e Luis Bacalov, Malo eres scritto con gli attori della compagnia teatrale Officina Teatrale A-ctuar di Ferrara. A Bologna tiene un corso di teatro in collaborazione con il Centro Donati [www.carlosbranca.it].

Rosanna Pavarini è attrice e ballerina di tango.
Adriano Sorbello è attore, scrittore e autore di testi radiofonici.
Maria Calzolari è ballerina, insegnante di tango e autrice del romanzo Amore... a passo di tango (Pendragon ed.) [www.mariacalzolari.it].
Carlo Lippo è ballerino di tango.
Styliana Scarlati è cantante lirica, ballerina e insegnante di tango.
Patricio Lolli, nato a La Plata, in Italia dal 1972, è tra i fondatori dell'Associazione Residenti Argentini in Emilia Romagna. Dal 1995 è insegnante di tango ed è protagonista di corsi, seminari, esibizioni, programmi televisivi, film e spettacoli teatrali [www.patriciololli.it].

ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Auditorium Gamaliele - via Mascarella 46

MALO ERES - sei cattivo
incontro-spettacolo contro la violenza sulle donne

Carlos Branca regista
Silvia Leonelli università di Bologna


"Malo eres" (sei cattivo) affronta con letture di brani ed interventi di esperti il tema della violenza verso le donne e vuole porre delle basi culturali e pedagogiche contro la violenza sulle donne.
Con schiacciante ironia e naturale drammaticità tratta uno dei temi più caldi e complessi della nostra contemporaneità. Da sempre, e ancora oggi con preoccupante intensità, a livello globale assistiamo a ripetuti e talvolta feroci episodi di violenza di genere: a partire da subdoli fenomeni di maschilismo fino ad arrivare a stupri, maltrattamenti e femminicidi. La violenza sulle donne è un dramma che si compie di continuo e che richiede di essere comunicato, gridato, fermato. Le letture daranno voce alle storie di donne violate per risvegliare la coscienza collettiva, perché abbiamo tutti bisogno di riflettere ed essere scossi su questa emergenza nazionale.

a cura del Centro Studi "G.Donati"
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

IL TRENO DEL PROFITTO
delitti ambientali e sociali delle multinazionali in America Latina

incontro con
p. Dàrio BOSSI
missionario comboniano ad Açailandia (Maranhao - Brasile) campagna Justiça nos Trilhos www.justicanostrilhos.org

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Dipartimento di Scienze dell'Educazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna



Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

INFERNO SIRIANO
un reporter racconta la guerra contro Assad
interviene
Gabriele Del Grande
giornalista indipendente, scrittore, blogger fortresseurope.blogspot.it

introduce
Massimiliano Trentin
docente di Storia e istituzioni dell'Asia - Università di Bologna"


a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Dipartimento di Scienze dell'Educazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

NYERERE LUCE D'AFRICA
intervengono
Kizito Sesana
missionario comboniano in Kenya e Sudan, giornalista e scrittore, fondatore di Amani
Anna Maria Gentili
professore ordinario di Storia e istituzioni dell'Africa
Silvia Cinzia Turrin
scrittrice, autrice di "Nyerere, il maestro"

modera
Raffaello Zordan
giornalista di Nigrizia

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR, AMANI onlus - ong, CISL Bologna
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

CILE: LA STRAGE DIMENTICATA DEI MAPUCHE
le responsabilità delle multinazionali italiane
intervengono
Rami Gonzales
Regista cileno del video di denuncia "Sorelle della terra"
David Monticelli
Associazione "Peace Culture!"


a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR, Ass.ne EcoMapuche www.ecopapuche.com
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

AFRICA IN CAMMINO
la lotta non violenta delle donne africane
interviene
Elisa Kidanè
missionaria comboniana, scrittrice e poetessa eritrea, direttrice di www.combonifem.it

introduce
Mariana De Carlo
studentessa dell'Università di Bologna

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna


Aula di via Mascarella 46

VITA MIA, PARLA
dal nostro rifiuto allo sterminio di massa
lettura-spettacolo sulla persecuzione rom
dalle opere di Mariella Mehr
con
DiJana Pavlovic
voce recitante
George Moldoveanu
violino

testi a cura di Dijana Pavlovic e Giuseppe di Leva

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

LA SOCIETA' SOLIDA
Dall'individuo solitario alle comunità solidali
intervengono
Bruno VOLPI
fondatore di Mondo di COmunità e Famiglia www.comunitaefamiglia.org
Stefano ZAMAGNI
economista, presidente dell'Agenzia per il Terzo Settore

introduce
Mattia Domenicali
studente dell'Università di Bologna

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR, Associazione Comunità e Famiglia - Emilia Romagna
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

NON MURI MA PONTI
diritti umani e percorsi di pace in Palestina
intervengono
Alicia Vacas
missionaria comboniana e infermiera a Betania-Gerusalemme Est
Jeremy Milgrom
rabbino, pioniere nel dialogo interreligioso con palestinesi musulmani e cristiani.
Co-fondatore delle associazioni "Rabbini per i Diritti Umani e Religiosi per la Pace"

introduce
Angelo Stefanini
Università di Bologna, medico in Africa per 12 anni, già rappresentante dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per il Territorio Palestinese Occupato.

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

OLTRE LE DISCRIMINAZIONI
rom, sinti, migranti...
dibattito su pregiudizi ed intercultura

Eva Rizzin
Articolo 3 - Osservatorio sulle discriminazioni di Mantova www.articolo3.org

Dijana Pàvlovic attrice e mediatrice culturale

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass.ne Medica NADIR
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

FORTEZZA EUROPA
respingere o accogliere i migranti?

Franco Moretti missionario comboniano, direttore di Nigrizia


intervista
Agostino MARCHETTO arcivescovo, per dieci anni Segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, autore del libro «Chiesa e migranti: la mia battaglia per una sola famiglia umana»

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass.ne Medica NADIR, EMI
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione - entrata Via del Guasto

HONDURAS
il golpe dimenticato

incontro con
Andrès TAMAYO Frente Nacional de Resistencia Popular
introduce
Daniele Zarantonello missionario comboniano
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass.ne Medica NADIR, EMI
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

per saperne di più www.resistenciahonduras.net

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata Via del Guasto


FIGLI DI BOSS
storie di mafia e di riscatto
incontro con
Fabrizio VALLETTI gesuita, centro "Alberto Hurtado" di Scampia, Napoli
Vincenzo CARROZZA medico, autore di "Figli di Boss" e "Fiori Recisi"
introduce
Antonio Monachetti referente LIBERA Bologna
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass. medica N.A.Di.R., Centro Poggeschi, EMI, Associazione LIBERA con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata Via del Guasto


OLTRE IL CONFLITTO
superare i traumi, l'abbandono e il dramma dei campi profughi
incontro con
Malainin Lakhlal
Unione Giornalisti e Scrittori Sahrawi
Ivania Ferronatto
Fundaçao Nosso Lar (Foz do Iguaçu - Brasile)
Annarosa Nannetti
sopravvissuta alla strage di Monte Sole,
autrice del libro I bambini del '44
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, EMI, Ass. medica N.A.Di.R., CISP, Parrocchie di Quarto Inferiore e Marano di Castenaso, Donne Insieme e Comune di Granarolo dell’Emilia con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Forlì

Oratorio S.Donato - via Zamboni 10 - Bologna

Il Sud del Mondo si racconta
OSCAR ROMERO
vescovo della pace, martire dei popoli oppressi
incontro con
Giovanni Munari
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con emi e con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

conferenza
BRASILE DEPREDATO
deforestazione e giustizia sociale
incontro con
Dario BOSSI missionario comboniano a Açailandia (Maranhao), campagna Justiça nos Trilhos
Ilaria Arcara e Federico Veronesi Volontari in partenza per tre anni in Brasile, ex studenti dell’Università di Bologna
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Editrice Missionaria Italiana, Centro Missionario Diocesano, Giovani Impegno Missionario
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Univ.Bologna

CINEMA PERLA - via S.Donato 38 - Bologna

STORIE DI EROI BORGHESI
monologo teatrale

DANIELE BIACCHESSI
racconta
Giorgio Ambrosoli
                Walter Tobagi
                                Marco Biagi

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con emi, ass. medica n.a.di.r., istituto alcide de gasperi, percorsi di pace, la famiglia del galvani, angeli del fango, centro poggeschi
con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto
Serata in ricordo di Giovanna Bartolini
AFRICA
dall'ultimo miliardo
una speranza per il mondo


Pietro VERONESE
scrittore, inviato de "La Republica"
intervista
Giovanni TONUCCI
Arcivescovo di Loreto, già Nunzio apostolico in Kenya
Renato KIZITO Sesana
Missionario comboniano, scrittore, direttore di www.NIGRIZIA.it
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Percorsi di Pace, Editrice Missionaria Italiana, AMANI
con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

conferenza
L'AFRICA SI RACCONTA
Dopo 20 anni di guerra la speranza del Nord Uganda dalla voce di una donna Acholi
incontro con
Prisca Ojok Auma Cooperazione Italiana allo Sviluppo - Progetto Emergenza Uganda
Raffaello Zordan Giornalista di Nigrizia
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Editrice Missionaria Italiana, Good Samaritan onlus, Ass. N.A.DI.R., Percorsi di Pace
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Univ.Bologna

Aula 1 - entrata via del Guasto
conferenza
UNIVERSITA'
RECIPROCITA'
SUD DEL MONDO

Ecco, faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia...
Giancarlo Maria BREGANTINI
Arcivescovo di Campobasso-Boiano
introduce
Andrea Segrè
Preside Facoltà di Agraria, Presidente Last Minute Market
a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Facoltà Medicina Veterinaria, Facoltà di Agrararia, Percorsi di Pace, AIDU-Ass.ne Italiana Docenti Universitari, Editrice Missionaria Italiana, Centro Poggeschi, Ass. Medica N.A.Di.R.
con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

conferenza
GUARDIE E MIGRANTI
storie di frontiera, diversità culturali e solidarietà
incontro con
Jean-Léonard TOUADI Giornalista e scrittore congolese, parlamentare della Repubblica
Gianpaolo TREVISI Vice Questore di Verona, autore del libro "FOGLI DI VIA - Racconti di un Vice Questore"

introduce
Luigi MEROLLA Questore di Bologna
a cura del Centro Studi "G.Donati"

in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Editrice Missionaria Italiana
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Univ.Bologna

Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

conferenza
DARFUR
geografia di una crisi
incontro con
Diego MARANI giornalista e scrittore

a cura del Centro Studi "G.Donati"
in collaborazione con Facoltà di Scienze della Formazione, Editrice Missionaria Italiana
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Univ.Bologna



Martedì 20 Gennaio 2009 - Conferenza
Home | Torna

« C'e' verso questa regione quasi un accanimento collettivo nell'ignorarne le vicende »
dalla prefazione di Pietro Veronese

Centinaia di migliaia di vittime e oltre due milioni di sfollati. L'ONU nel 2004 l'ha definita la "piu' grande crisi umanitaria mondiale". Perfino l'impegno di attori famosi come George Clooney non e' servito a rendere il Darfur una guerra un po' meno dimenticata.
In questi giorni la stampa riporta le drammatiche notizie di un'altra guerra crudele e insensata. Spesso viene chiesto: perche' l'indignazione su questa e il silenzio su altre atrocita'?
Dal 2003 questa regione occidentale del Sudan, il piu' grande paese africano, e' solcata da guerre, razzie, stragi portate avanti con modalita' che non si credevano piu' possibili. Ancora una volta non e' facile capire e non si puo' spiegare il conflitto come guerra tribale o di religione.

Il Centro Studi Donati promuove l'incontro:

MARTEDI' 20 GENNAIO 2009 - ore 21
Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà di Scienze della Formazione - Bologna
entrata da via del Guasto

DARFUR
geografia di un conflitto

incontro con
Diego MARANI
giornalista e scrittore
autore del libro "DARFUR - geografia di un conflitto" - Altreconomia ed.


Diego Marani conosce molto bene la realta' africana, in particolare il Sudan, per essersene occupato a lungo per lavoro (come giornalista per Nigrizia) e per passione.
Il suo libro sul Darfur appena pubblicato ricostruisce le cause del conflitto partendo dalla sanguinosa guerra civile tra Nord e Sud del paese conclusasi con la fragile pace del 2005.
Dietro questo nuovo fronte di guerra ancora una volta si intravedono i peggiori interessi economici e politici internazionali.

Per saperne di più:
Campagna Sudan
Edizioni Altreconomia


a cura del Centro Studi "G.Donati" - Bologna
In collaborazione con Facolta' di Scienze della Formazione - Università di Bologna
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Scarica il volantino della conferenza (formato Acrobat, 37Kb)


Lunedì 16 Febbraio 2009 - Conferenza
Home | Torna

“Se voi avete diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni son la mia patria, gli altri i miei stranieri.” d. Lorenzo Milani

Il Centro Studi Donati promuove l'incontro:

LUNEDI' 16 FEBBRAIO 2009 - ore 21
Aula 1 - Via Zamboni 34 - Facoltà di Scienze della Formazione - Bologna
entrata da via del Guasto

GUARDIE E MIGRANTI
storie di frontiera, diversità culturali e solidarietà

incontro con
Jean-Léonard TOUADI
Giornalista e scrittore congolese, primo parlamentare di origine africana della Repubblica italiana
Gianpaolo TREVISI
Vice Questore di Verona
autore del libro "FOGLI DI VIA - Racconti di un Vice Questore"

introduce
Luigi MEROLLA
Questore di Bologna


L'on. Jean-Léonard Touadi, giornalista e scrittore di origine congolese, è in Italia dal 1979. Si è laureato in Filosofia all'Università "La Sapienza" e in Giornalismo e Scienze politiche all'Università Luiss di Roma. Ha insegnato filosofia in un liceo romano. È stato autore del programma di RaiDue “Un mondo a colori”. E' stato eletto alla Camera dei Deputati nel 2008 ed è il primo parlamentare della Repubblica Italiana di origine africana.

Gianpaolo Trevisi, dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza e dopo la nomina a Vice Commissario viene assegnato alla Questura di Verona. Per cinque anni Dirigente dell'Ufficio Immigrazione e ora è il Vice Dirigente della Squadra Mobile. Con il suo racconto “L’africa in un cassonetto” ha ottenuto il primo posto al concorso letterario nazionale della rivista “Polizia Moderna”.


a cura del Centro Studi "G.Donati" - Bologna
In collaborazione con Facolta' di Scienze della Formazione - Università di Bologna
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Scarica il volantino della conferenza (formato Acrobat, 50Kb)


Martedì 30 Novembre 2010 - Conferenza
Home | Torna

Il Centro Studi Donati promuove l'incontro:

MARTEDI' 30 NOVEMBRE 2010 - ore 21
Aula 1 - Facoltà di Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

FIGLI DI BOSS
storie di mafia e di riscatto

incontro con
Fabrizio VALLETTI
gesuita, centro "Alberto Hurtado" di Scampia, Napoli
Vincenzo CARROZZA
medico, autore di "Figli di Boss" e "Fiori Recisi"

introduce
Antonio Monachetti
Avvocato, è referente a Bologna di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”


FABRIZIO VALLETTI
Gesuita, dal 2001 animatore del "Progetto Scampia" e direttore del "Centro Hurtado" di Napoli.
A Bologna a partecipato alla fondazione dell'università del Tempo libero "Primo Levi" e del "Centro Poggeschi".
Dal settembre del 2001 a Napoli, anima il "progetto Scampia" per una presenza di servizio pastorale, culturale e sociale nel quartiere. Ha dato vita al "Centro Hurtado" che unisce un’associazione di volontariato, un ente di formazione ed una cooperativa sociale. Il "Progetto Scampia" e il "Centro Hurtado" aiutano i giovani della parte più problematica di Napoli a crearsi un futuro.

VINCENZO CARROZZA
Medico, autore di “Figli di Boss” e “Fiori recisi”, è testimone diretto di come si può cadere nelle spire della ‘ndrangheta e di come se ne può uscire.
“Nei paesi d’Aspromonte, dove ho vissuto gran parte della mia infanzia con mio nonno carbonaio-contadino, era normale riferirsi al capobastone per le più piccole controversie o per semplici consigli. (…) Davanti al bar della piazza principale, stazionavano nei giorni di festa o di sera, dopo il ritorno dai campi, gli uomini d’onore. Là, sotto i loro occhi attenti, i bambini ed i ragazzi si istruivano a divenire i regolatori delle controversie future, i riferimenti dei propri concittadini, i veri futuri governatori di quei territori. Era dunque questo l’inizio effettivo della carriera di ‘ndranghetisti. Carriera che ci avrebbe portati negli anni a divenire i più capaci mediatori, i più capaci trafficanti di sigarette e poi di stupefacenti del mondo, i più audaci e spietati killer non prezzolati del mondo, utilizzati al bisogno delle diverse famiglie per mantenere vive e presenti, nelle coscienze di ognuno, le rigide regole di questa mafia. I pochi fortunati e più furbi di noi, sarebbero divenuti i capi indiscussi della criminalità locale e calabrese. Molti, sarebbero spariti come meteore, lasciando alle madri, alle mogli, ai figli un futuro di rancori e di odio, insieme ad una foto su cui piangere, affinché quel rancore fosse sempre vivo, presente, e foriero di vendetta. (…) Da figlio di un boss della marina, da bambino e da ragazzo ho conosciuto molti figli di mafia, ho osservato il loro “stile” e ascoltato i loro sogni, li ho visti affondare e riemergere. Ho letto, quando lo Stato ha voluto, le loro sconfitte e le loro lotte disperate per rimanere a galla in un microcosmo povero d’ossigeno, creato per esaltare la morte e non la vita. Di molti di loro non è rimasto niente, pochi hanno avuto la sorte di sfuggire ad un’esistenza da “predestinati”. Solo la scuola, l’intelligenza e, di più, il caso hanno fatto la differenza, per pochissimi di loro.” (dall’introduzione di “Figli di Boss”)


a cura del Centro Studi "G.Donati" - Bologna
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass. medica N.A.Di.R., Centro Poggeschi, EMI, Associazione LIBERA
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Scarica il volantino della conferenza (formato Acrobat, 50Kb)


Giovedì 24 Marzo 2011 - Conferenza
Home | Torna

Il Centro Studi Donati promuove l'incontro:

GIOVEDI' 24 MARZO 2011 - ore 21
Aula 1 - Facoltà di Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

HONDURAS
il golpe dimenticato

incontro con
Andrès TAMAYO
Frente Nacional de Resistencia Popular
Daniele Zarantonello
missionario comboniano




Andrès TAMAYO
Andres Tamayo, nato in El Salvador, sacerdote, leader ecologista del Movimento ambientalista del Olancho (Mao), fin dai primi anni '90 è stato a fianco della popolazione honduregna nella lotta per la salvaguardia delle foreste della regione di Olancho, nel nord dell'Honduras (ridotte drasticamente dal taglio selvaggio degli alberi operato da grandi imprese multinazionali).
Minacciato più volte di morte già prima del golpe militare, nel 2004 ha vinto il premio "Nobel alternativo per l'ambiente" e nel 2010 ha ricevuto il riconoscimento internazionale "Honor et Dignitas" (dedicato alla memoria di padre Ernesto Balducci) "per il suo impegno infaticabile e rischioso per la giustizia, i diritti umani, la pace e la salvaguardia dell'ambiente vitale".

per saperne d più:
Biografia di padre Andrès Tamayo (formato Acrobat, 78Kb)
Intervista a padre Andrès Tamayo (formato Acrobat, 68Kb)
Comunicato stampa di Altreconomia su situazione Honduras (formato Acrobat, 36Kb)
Articolo Peace Reporter giugno 2010 (formato Acrobat, 802Kb)
Articoli e approfondimenti (formato Acrobat, 58Kb)


a cura del Centro Studi "G.Donati" - Bologna
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass. medica N.A.Di.R., EMI
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Scarica il volantino della conferenza (formato Acrobat, 50Kb)


Martedì 10 Maggio 2011 - Conferenza
Home | Torna

Il Centro Studi Donati promuove l'incontro:

MARTEDI' 10 MAGGIO 2011 - ore 21
Aula 1 - Facoltà di Scienze della Formazione
entrata da via del Guasto

FORTEZZA EUROPA
respingere o accogliere i migranti?

Franco Moretti
missionario comboniano, direttore di Nigrizia
intervista
Agostino MARCHETTO
arcivescovo, per dieci anni Segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, autore del libro «Chiesa e migranti: la mia battaglia per una sola famiglia umana»

La serata è dedicata alla prof.ssa Giovanna Bartolini, docente di Fisiologia presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, prematuramente scomparsa nel 2008.


Agostino MARCHETTO
Mons. Agostino Marchetto, nato a Vicenza nel 1940, si è espresso su alcuni temi delicati della “questione immigrazione” suscitando sempre molta attenzione. E' favorevole a concedere la cittadinanza ai figli di extracomunitari nati in Italia e il diritto di voto per le elezioni amministrative agli immigrati regolari, non usa mai la parola “clandestini” ma quella più giusta “irregolari", predilige il termine “integrazione” piuttosto che “assimilazione”.

Alcuni lanci di agenzia su recenti dichiarazioni di mons. Marchetto:
Roma, 14 apr. (Adnkronos)– "Il reato di clandestinità è il peccato originale dal quale discendono tutti i mali in materia di immigrazione. Ha fatto bene Monsignor Bruno Schettino, Presidente della commissione migrazioni della Cei a chiedere che venga superato il reato di clandestinità". E’ quanto ha detto questa mattina Monsignor Agostino Marchetto, per molti anni Segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, nel corso della presentazione del "Rapporto annuale su rifugiati e richiedenti asilo" del Centro Astalli. Quanto al problema dell’Europa, secondo Marchetto "l’Europa sull’immigrazione procede in ordine sparso perché i governi dei vari Paesi hanno voluto tenere per sé le politiche relative all’immigrazione”. E "l’Italia che ora invoca l’Unione europea, in molti casi l’ha snobbata si pensi alle raccomandazioni di Bruxelles in materia di respingimenti”.

Roma, 14 apr. (TMNews)– C’è stata una “vergognosa mancanza di solidarietà, specialmente da parte di alcune regioni del Nord, di fronte all’emergenza degli immigrati” in arrivo sulle coste italiane meridionali, secondo mons. Agostino Marchetto, segretario emerito del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti. L’arcivescovo, intervenuto alla presentazione del rapporto annuale del Centro Astalli (servizio dei gesuiti per i rifugiati in Italia), ha ricordato come negli anni Novanta in Italia siano arrivati oltre 70mila rifugiati. “In un solo giorno a Bari arrivarono 20mila persone e i baresi hanno dato loro da mangiare e da bere”. Interpellato dai giornalisti, mons. Marchetto ha commentato così le recenti polemiche sull’immigrazione tra Italia e Unione europea: “Sono naturalmente favorevole alla solidarietà in tutti i vari aspetti e gradi e quindi sarei ben felice che l’Europa intervenisse maggiormente. La questione è che ci sono dei regolamenti europei in cui c’è lo sforzo di coniugare il principio di solidarietà con quello di sussidiarietà. Non dobbiamo dimenticare che l’Europa ha una certa fase del suo sviluppo. Forse non si può pretendere dall’Europa quello che ancora non è stato ottenuto in questo sviluppo della realizzazione del grande sogno europeo che era stato formulato da tre grandi cristiani. L’Italia dovrebbe dimostrare per lo meno di avere solidarietà in se stessa”. Mons. Marchetto ha sottolineato che “l’Europa va in ordine sparso sugli immigrati perché i Governi nazionali hanno voluto tenere per sé la politica migratoria. Abbiamo snobbato l’Ue molte volte, ad esempio sui respingimenti, e ora…”. Di fronte allo “spettacolo certamente indecente che abbiamo dato in questo tempo per quanto riguarda le possibili accoglienze in certe regioni”, ha quindi detto Marchetto, “ci è difficile, se abbiamo un po’ di pudore, chiedere agli altri quello che non sappiamo fare noi che siamo un’unità come paese, che abbiamo una responsabilità, che non abbiamo cifre esorbitanti di rifugiati nel nostro paese. Come prete dico che dovremmo fare un po’ di esame di coscienza prima di fare l’esame di coscienza degli altri e battere un po’ il nostro petto prima di battere il petto degli altri. Dovremmo fare ‘mea culpa’ prima di chiederla agli altri”.

per saperne d più:
Comunicato stampa (formato Acrobat, 42Kb)
Nigrizia - La falla nella fortezza Europa


a cura del Centro Studi "G.Donati" - Bologna
in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, Ass. medica N.A.Di.R., EMI
con il contributo dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Scarica il volantino della conferenza (formato Acrobat, 32Kb)


Torna
Centro Studi "G.Donati" - Bologna
Scrivici |  Chi siamo |  Come trovarci |  Home